Semper Filleris 1: Aia Gaia

SUSHI DICE
Autore Marco Valtriani
Prodotto da Red Glove
Tipologia Filler, carte,
N° giocatori 3-8
Età 6 anni in su
Durata 15 min
Dipendenza lingua A A A (bassa)
Rigiocabilità A A A (media)
Difficoltà A A A (bassa)

Ed iniziamo la nostra sezione recensioni con un gioco semplice e divertente uscito l’anno scorso: come leggerete dal titolo si tratta di Aia gaia, gioco di Marco Valtriani e prodotto dalla Red Glove (Linea Fun), per 3-8 giocatori (dai sei anni in su) per una durata di 15 minuti.

c335a-20160525_222158-min
Vi presento Aia Gaia, in tutto il suo splendore

In questo gioiellino, i giocatori dovranno collezionare animali nella propria Aia e guadagnare il maggior numero di punti. I giocatori inizieranno con due carte in mano e – nel proprio turno – potranno scegliere se pescare una carta oppure giocarne una carta dalla mano.
Dove inizia il divertimento?
Ogni volta che giochiamo una carta animale se ne dovrà fare il verso, chi sbaglia o non vuole fare il verso sarà costretto a scartare l’animale.
Ogni animale ha un proprio punteggio, e alcuni di loro hanno anche un potere come:

– pescare nuove carte (come la Pecora)
– rubare altri animali (come la Capra o il Gatto)
– giocare animali extra (come il Coniglio o il Gallo)

E tra le varie carte c’è anche la simpatica “cacchina” che fornisce all’avversario un -1, ma non dimenticate di farne il verso!

8a0a9-20160525_222228-min
E la cacchina come fa? Non c’è nessuno che lo sa!

Il gioco termina quando un giocatore avrà 6 carte nella propria Aia e si passerà al calcolo dei punti, che decreterà il vincitore.

77099-20160525_222321-min
Punteggio finale: 4+3-1+2+2+2=2

Che cosa ne penso io?

Come già detto all’inizio, è un gioco semplice e divertente: semplice perché si spiega e si gioca in due minuti; divertente perché – oltre al fattore “verso dell’animale” – c’è anche l’interazione diretta, che ti permette di rubare gli animali altrui, generando risate e animali che saltellano da una parte all’altra del tavolo (una volta ho visto un Maiale fare il giro completo del tavolo!). E data la sua scatola piccolina (poco più di 13 cm per lato e 4 cm di profondità), è ottimo da portare in spiaggia o in campagna o alle fiere (mi raccomando le bustine protettive: le carte sono abbastanza resistenti, ma la prudenza non è mai troppa!)

È un gioco dove la componente fortuna (dettata dalla pesca delle carte) è molto evidente, ma un buon giocatore può mettere i bastoni tra le ruote al suo avversario e scoprire elementi tattici e strategici (esistono piccole combo tra carte).

Poi in questo gioco i bambini sono imbattibili: l’ho proposto ad adulti che non conoscevano il verso della Capra (per inciso è “Meeeeeh”) o del Coniglio (è un roditore, quindi è accettabile lo “squit-squit”); mentre i bambini sanno inventare sul momento versioni fantasiose di “cacchine” o di “pappagalli” (altra carta che ti permette di rubare un animale).

Tuttavia proporlo a bambini di sei anni o poco più potrebbe essere rischioso: sia perché c’è un testo scritto da leggere, sia perché a quell’età alcuni bambini si dimenticano del gioco e cominciano a pescare all’infinito carte animale oppure a fare scambi infruttuosi solo per avere quell’animale (quante volte ho visto bambini litigare per avere il Lupo, animale di soli 2 punti che quando è giocato ti permette di rubare una pecora ad un tuo vicino)… Quindi io avrei proposto come fascia età dagli 8 anni in su, ma i bambini più piccoli possono essere aiutati da genitori volenterosi di giocare con loro.

Ed ora – se mi permettete – vi vorrei fare una piccola riflessione… Ho voluto iniziare questa avventura proprio con questo gioco, per farvi capire l’idea di base delle mie recensioni (e del mio blog): farvi conoscere e rivalutare i giochi riempitivi (o all’inglese “filler”) che – molto spesso – vengono criticati in quanto troppo semplici o banali, privi di componente tattica e/o strategica (cose che in Aia Gaia non mancano affatto). E questa piccola “chicca animalesca” ha diritto ad essere conosciuta ed apprezzata… e ci saranno altre di queste piccole perle, ve lo assicuro…

Buona serata, buon gioco e non ragliate troppo!

3 pensieri su “Semper Filleris 1: Aia Gaia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...