Semper Filleris 28: One Night Ultimate Alien

ONE NIGHT ULTIMATE ALIEN
Autore Ted Alspach e Akihisa Okui
Prodotto da Bèzier games
Tipologia bluff, party game, ruoli segreti
N° giocatori 4-10
Età 8 anni in su
Durata 10 min
Dipendenza lingua A A A (media)
Rigiocabilità A A A (alta)
Difficoltà A A A (media)

“Quando si apre un cerchio, ad un certo punto va chiuso…” Questo era l’indovinello della scorsa settimana: lo avevo già annunciato da tempo, gli avevo già dedicato un po’ di spazio in questa estate, ma ora è arrivato il momento di parlarne per bene, nella rubrica “Semper Filleris”… Perciò, oggi chiudiamo il cerchio con “One Night Ultimate Alien” (o ONUA), il quarto (e ultimo) titolo della coppia Alspach/Okui, edito sempre dalla Bezier games nel 2017.

Ecco a voi One Night Ultimate Alien, l’ultimo gioco della serie One Night

All’apertura della scatola potete trovare le tredici tessere Ruolo per giocare a ONUA (e rispettivi gettoni Ruolo), nonchè dieci gettoni “Numero Giocatore” (tra le novità di questo titolo), due Gettoni “Il più votato” ed infine la “Guida per Iniziare” e il “Regolamento” vero e proprio (ne abbiamo già parlato su Tricks & Whims, QUI e QUI).

I componenti in ONUA

Dopo aver affrontato gli artigli dei Licantropi e le zanne dei Vampiri, ora il villaggio dovrà affrontare i pericoli dello spazio interstellare: sulla Terra sono scesi gli Alieni che – con le loro strambe armi futuristiche – cercano di mescolarsi tra gli umani e rubargli tutte le provviste e tutte le mucche! Fortunatamente, gli abitanti del villaggio non restano con le mani in mano e – grazie alle loro abilità – faranno di tutto per individuare gli Alieni e dare loro una bella lezione! Riusciranno nel loro intento oppure la razza aliena riuscirà a dominare il mondo?

Salvate quella Mucca!

Ogni nuova uscita One Night ha sempre aggiunto qualcosa in più rispetto al classico One Night Ultimate Werewolf: in Daybreak sono stati  altri Ruoli per ampliare le possibilità del gioco base, mentre in Vampire sono stati introdotti i Gettoni Emblema. Non c’è da stupirsi, quindi, se anche ONUA ha portato delle novità, rivoluzionando un aspetto che – negli altri titoli – non era particolamente sviluppato e non così necessario: l’utilizzo dell’App di gioco.

Nei titoli precedenti, l’App “One Night” sostituiva semplicemente il ruolo del Moderatore nella fase notturna: bastava selezionare i ruoli in gioco e l’App faceva in resto, dalla chiamata dei vari personaggi, fino al countdown per la fase diurna. Tutto ciò veniva incontro al giocatore – aiutandolo nella gestione della partita – però non era necessario ai fini del gioco.

In questo nuovo titolo, invece, l’utilizzo dell’App viene rivoluzionato: in ONUA, l’App non si limita più ad elencare in ordine i vari ruoli in gioco, ma decide anche quale azione deve compiere un determinato ruolo in quella partita. Quindi, ogni ruolo avrà più tipi di azioni “diverse” che – di volta in volta – vengono scelte automaticamente dall’App. Inoltre l’App determina anche altri fattori più o meno casuali, come la presenza o meno della fase “Strappo nello spazio-tempo”  (di cui ne parleremo più avanti).

Schermata iniziale dell’App “One Night Ultimate Werewolf”, in cui si possono inserire i vari ruoli in gioco.

Come in tutti i giochi della serie One Night, anche in ONUA il setup è semplice: si sceglie un numero di carte Ruolo in base al numero dei giocatori più tre; una volta mescolate ogni giocatore riceverà un Ruolo – coperto e da tenere segreto agli altri – mentre le carte restanti andranno messe al centro. In più – questa è la prima novità in ONUA -vengono distribuiti i gettoni “Numero Giocatore” ad ognuno, in senso orario ed in ordine crescente. Infine, uno dei giocatori deve possedere l’App del gioco – questa è la seconda novità – e deve inserire le impostazioni e i ruoli per la partita, oltre che regolare il volume del dispositivo (Android o iOS) in modo che tutti i giocatori riescano a sentirlo. Completate queste premesse, si potràdare inizio alla partita, chiedendo ai giocatori di chiudere gli occhi per la fase notturna.

Esempio di setup per cinque giocatori

Una partita a ONUA – che può durare al massimo dieci minuti – è divisa in due fasi, più una supplementare…

Notte (“Night”)

All’inizio di questa fase, tutti i giocatori chiudono gli occhi ed aspettano che l’App chiami il proprio ruolo, per rivelarsi ed eventualmente riconoscersi (esempio tra due Alieni). Inoltre, alcuni giocatori dovranno seguire attentamente l’azione da compiere suggerita dall’App che – come spiegato in precedenza- sarà diversa di partita in partita.

Esempio di Notte: la Sensitiva (Psychic) deve aprire gli occhi e compiere l’azione suggerita dall’App (in questo caso, può guardare la carta di uno dei suoi vicini, quindi del giocatore 2 o 3).

Strappo nel continuum Spazio-Tempo (“Ripples in Space-Time”)

Per colpa degli Alieni e delle loro armi futuristiche, a volte può capitare che – alla fine della fase notturna – si aprano degli strappi nella dimensione dello spazio e del tempo. In termini di gioco, infatti, l’App può decidere di far compiere – ad uno o più giocatori – azioni aggiuntive, che possono sconvolgere ulteriormente la partita: ad esempio può chiedere ad giocatore con uno specifico gettone “Giocatore N°” di guardare la carta di un giocatore che ha il gettone “Giocatore N°” inferiore al proprio; può capitare che i giocatori con il gettone “Giocatore” dispari non possono parlare; oppure l’App può ridurre ad un minuto la fase diurna… insomma, può succedere qualsiasi cosa.

Esempio di Strappo: in questo caso, al Giocatore 3 viene chiesto di guardare una carta al centro (la Sensitiva) e – se lo fa – di consegnare quella carta ad un giocatore con il gettone Giocatore superiore al proprio (quindi solo al gicoatore 4 o 5).

Giorno (“Day”)

Dopo la fase notturna (e l’eventuale “Strappo”), i giocatori riaprono gli occhi e discutere sulle identità proprie e dei vari giocatori, cercando di intuire chi sono i propri avversari. Una volta scaduto il tempo di discussione, i giocatori potranno votare un solo giocatore, indicandolo: quando tutti avranno votato, il giocatore con più voti (o i giocatori a parimerito) sarà messo al rogo e dovrà rivelarsi, decretando la vittoria o la sconfitta di uno o più giocatori.

Esempio di Giorno: i giocatori hanno discusso e sono pronti a votare.

Analizziamo ora, alcuni ruoli presenti in ONUA:

  • Alieni-Aliens = un Alieno apre gli occhi e riconosce gli altri Alieni. Fatto ciò, tutti gli Alieni devono fare ciò che gli dice l’App, solitamente guardare una carta o scambiarle. Tra gli Alieni fanno parte gli Alieni “semplici”, “l’Alieno sintetico”, “Groob” e “Zerb”.
  • Mucca-Cow = la Mucca non apre mai gli occhi, ma deve alzare il pugno durante la chiamata degli Alieni: se almeno un Alieno è seduto accanto alla Mucca, allora un Alieno gli deve toccare la mano.
  • Sensitiva-Psychic = la Sensitiva apre gli occhi e può guardare una o più carte specifiche, in base a cosa gli dice l’App.
  • Monello-Rascal = il Monello apre gli occhi ed agisce in base a ciò che gli dice l’App, solitamente gli chiede di fare uno scambio tra due giocatori, oppure di prendere la carta di un altro giocatore, oppure di prendere una delle tre carte al centro.
  • Blob = il Blob non apre mai gli occhi, ma per vincere deve mantenere in vita se stesso e un certo numero di giocatori (sarà l’App a decidere quali).
  • Becchino-Mortician: il Becchino apre gli occhi e deve eseguire l’azione suggerita dall’App, solitamente guardare una carta o fare uno scambio. A differenza di altri ruoli, il Becchino vince solo se muore uno dei suoi vicini, a prescindere dal ruolo.
Alcuni ruoli in ONUA

Che cosa ne penso io?

Credo che One Night Ultimate Alien non abbia nulla da invidiare rispetto ai suoi “fratelli” One Night e rispetto ad altri suoi simili:  si tratta di un ottimo filler velocissimo, senza risultare troppo leggero, che fa del ragionamento (per capire chi sono i propri avversari) del bluff (per chi non deve finire al rogo) i suoi punti di forza.

E’ appena finita la partita e i  ruoli si sono appena rivelati…

Ho trovato assolutamente geniale il fatto che siano stati creati dei ruoli in relazione all’App che – prima di questo titolo – era superflua: la scelta casuale dell’azione da compiere per ogni ruolo rende le partite diverse l’un l’altra, ponendo i giocatori in situazioni sempre differenti, costringendoli ad attuare strategie sempre diverse; aumentando la longevità del titolo. D’altro canto, ciò rende più difficile apprendere il gioco, data l’imprevedibilità della partita. Consiglio quindi di giocare a ONUA solo se avete accumulato una certa esperienza con la serie One Night, almeno con il  gioco base.

f.jpg
Alcune azioni possibili che possono capitare ad un Alieno (1: Cedi la tua carta al giocatore alla tua destra; 2: Restate a fissarvi l’un l’altro [non accade nulla]; 3: Ogni alieno può segretamente guardare la carta di un proprio vicino)

Ho notato inoltre che – rispetto agli altri titoli – in ONUA molti ruoli non fanno parte di una fazione distinta (come quella degli Alieni o dei Villici), ma giocano da soli e per se stessi. Quindi – anche se dipende comunque dai ruoli scelti all’inizio – ogni partita non sarà più uno scontro tra due squadre contrapposte, ma più un “tutti contro tutti”, in cui vince anche chi riesce ad allearsi con membri di un’altra fazione, ma con obiettivi comuni.

Questi sono solo alcuni personaggi con è possibile doppia fazione: analizzando tutti i ruoli, è possibile trovare ben otto fazioni diverse!

Tuttavia, anche in ONUA esistono ruoli che, per vari motivi, non funzionano al cento per cento:

  • L’Oracolo-Oracle, ad esempio, è il primo personaggio che viene chiamato in partita e deve “rispondere” ad una “domanda” fatta dall’App (esempio: Quante carte centrali vuoi vedere?). Dato che le domande sono anch’esse casuali, in alcune partite è capitato che l’Oracolo non potesse giocare, in altre ha rovesciato così tanto le sorti della partita, che è stato impossibile terminarle;
  • L’Espositore-Exsposer è un altro ruolo che soffre della casualità dell’App: infatti quest’ultima può chiedere all’Espositore di rivelare uno o più carte centrali, anche tutte e tre! Tuttavia girare tutte e tre le carte centrali si è sempre rivelato troppo dannoso per gli Alieni, che non potevano mai bluffare; perciò vi consiglio di non inserirlo nelle vostre partite;
  • L’Alieno Sintetico-Synthetic Alien è un Alieno che per vincere deve andare al rogo da solo (similmente al Conciatore-Tanner). Questa sua doppia natura – che mi aveva stregato ed anche adesso – in partita si è rivelata spesso fastidiosa, con giocatori che si rivelavano immediatamente, quando venivano scambiati. Se volete far comprendere il valore di questo ruolo, dovrete inserirlo piano piano e non da subito, come consiglia il gioco.
Le pecore “nere” in ONUA

Come capitava nella serie One Night, anche ONUA si presta ad essere mescolato insieme agli altri titoli: ad esempio – se si vuole provare una versione “light” di Alien – è possibile utilizzare i Villici contenuti nel gioco base, così da ridurre i ruoli che si affidano all’App; oppure si può sostituire l’Alieno Sintetico con il Conciatore. Inoltre, anche in ONUA esiste la “Battaglia Epica”, con tutte e quattro le fazioni principali contemporaneamente: per ogni fazione “cattiva” (Licantropi, Vampiri, Alieni) basterà che ogni membro della propria fazione sopravviva e mandare al rogo almeno un “cattivo” delle altre due squadre; mentre i poveri Villici – per vincere – dovranno uccidere almeno un giocatore di due squadre differenti. Ed in “Battaglia Epica” le persone ad andare al rogo sono due (anzichè una), con conseguente bagno di sangue…

Esempio di setup di “Battaglia Epica” per sei giocatori.

Mi avvio alla conclusione: consiglio vivamente One Night Ultimate Alien, soprattutto se già siete appassionati alla serie One Night e se alla monotonia preferite le situazioni mutevoli. E con queste parole – e il cerchio finalmente chiuso – che vi do appuntamento alla prossima settimana, augurandovi “Buona giornata, buon gioco e Semper Filleris!”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...