Semper Filleris 39: 7 Rosso

7 ROSSO: Vinci o sei fuori!
Autore Carl Chudyk e Chris Cieslik
Prodotto da Lucrum Games, Asmadi Games, Cranio Creations (ed. it.)
Tipologia carte
N° giocatori 2-4
Età 8 anni in su
Durata 5-30 minuti
Dipendenza lingua A A A (bassa)
Rigiocabilità A A A (bassa)
Difficoltà A A A (bassa)

Finalmente è arrivata la primavera! Abbiamo dovuto aspettare un po’, ma alla fine ecco quelle bellissime giornate di sole, che ci permettono di uscire e fare una bella scampagnata o un pic nic; ottime occasioni per portarsi dietro qualche comodo filler da infilare in borsa… Ma vi siete stufati del solito Uno? Bene – anche io – quindi vi propongo qualcosa di semplice, ma di diverso…

Perciò, signore e signori, oggi vi presento “7 Rosso”, un gioco di carte per 2-4 giocatori della coppia Chudyk/Cieslik, localizzato grazie a Cranio Creations nel 2017.

7 Rosso, il gioco di oggi

All’interno di questa piccola scatolina (15 cm x 10 cm x 3 cm) troverete solo il regolamento ed un mazzo formato da 49 carte, numerate dall’1 al 7 e nei sette colori dell’arcobaleno (ve li ricordate tutti?); tale colore corrisponde anche una “regola” che sarà fondamentale per il corso della partita. Inoltre sono presenti alcune carte Aiuto, per memorizzare più facilmente le regole del gioco e la “forza” delle carte.

I componenti di 7 Rosso

Per cominciare una partita, bisogna:

 

  • mescolare il mazzo e poi dare ad ogni giocatore sette carte, una carta scoperta da mettere di fronte a se – servirà per iniziare il proprio set di carte in gioco – ed una carta “Riassunto delle Carte”;
  • piazzare al centro del tavolo la carta “LA REGOLA VIGENTE E’: ROSSO” e collocarvi vicino il mazzo di pesca; la carta al centro indicherà la prima “regola” da seguire (ovvero “la carta più alta”);
  • si controllano i set di carte di tutti i giocatori e si vede chi ha la carta più alta in quel momento (si stabilisce tramite il “confronto”, che verrà spiegato più avanti): la partita inizierà dal giocatore alla sinistra di chi possiede tale carta.

Setup per una partita con quattro giocatori

Lo scopo principale di 7 Rosso è di restare l’unico giocatore al tavolo: per fare ciò – ad ogni turno – il giocatore deve giocare una o più carte, che gli permettano di essere il giocatore “vincente” alla fine del proprio turno. Per “vincere”, il giocatore deve rispettare la carta che sarà al centro del tavolo, che indicherà “regola da seguire” (ad esempio, possedendo nel proprio set più carte “Pari” oppure avendo la “carta più alta”).

Perciò – durante il gioco – si dovranno “confrontare” due (o più) carte singole o set di carte: in quel caso, la carta con il valore più alto avrà la priorità rispetto a quelle di valore più basso (ad esempio, un “6” batte sempre un “5”, un “4” e via dicendo); mentre se due carte hanno lo stesso valore, si dà la precedenza allo spettro dei colori nell’arcobaleno, dal viola al rosso (quindi un “7” arancione può essere battuto solo da un “7” rosso, mentre l’ “1” viola perderà qualsiasi confronto).

In questo caso, il “5 Viola” batte il “2 Blu” perchè ha un valore più alto, ma a sua volta viene battuto dal “5 Rosso”, visto che il Rosso batte il Viola.

Entrando più nel dettaglio, il giocatore nel proprio turno può compiere una sola di queste tre azioni:

 

  1. giocare una carta scoperta nel proprio set;
  2. giocare una carta scoperta nel mazzo delle regole, di fatto cambiando la regola di “vittoria”;
  3. giocare una carta scoperta nel proprio set E SUCCESSIVAMENTE giocare una carta nel mazzo delle regole, sempre cambiando la regola di “vittoria”.

A prescindere dall’azione svolta, il giocatore deve essere il giocatore con il set di carte che gli consente la vittoria – nel suo turno – rispetto agli altri giocatori. In caso di pareggio, vince la carta più alta (“confronto”) che rispetta la regola al centro.

In questo caso il giocatore può (1) giocare il “6 Verde”  nel proprio set per rispettare la regola della “carta più alta”; (2) giocare il “3 Verde”  al centro per cambiare la regola in “più carte pari”; oppure (3) può giocare il “3 Rosso” nel proprio set e il “7 Blu” per cambiare la regola in “più colori diversi”.

Se il giocatore non riesce in alcun modo ad essere “il più forte” alla fine del suo turno (oppure se non ha carte in mano ed è costretto a passare), egli sarà eliminato dal round: dovrà quindi posare a terra – coperta – la sua mano di carte e non potrà più influire per il resto del round.

La partita continua finché non resta un solo giocatore al tavolo: appena ciò accade, il giocatore vince la partita!

In questo caso, il giocatore non ha altre soluzioni che arrendersi, lasciando così un giocatore al tavolo, che diventa il vincitore!

Le regole appena descritte valgono per una partita singola, ma è possibile giocare più round di seguito nella “versione avanzata”: in questa modalità, il gioco non termina con l’unico giocatore rimasto al tavolo, ma quest’ultimo deve prendere tutte le carte del suo set che rispettano la regola al centro del tavolo e le deve piazzare al di sotto della sua carta “Riassunto delle Regole”. Tali carte saranno “conquistate” e non andranno spostare per il resto della partita: si continua a giocare – ripetendo il setup – con le carte rimaste.

Se all’inizio della partita non sarà possibile distribuire ad ogni giocatore sette carte (perché il mazzo è inferiore rispetto al numero dei giocatori), il gioco termina e si passa alla fase di punteggio: ognuno conta i punti in base al valore di ciascuna carta. Quando tutti avranno terminato, il giocatore (o i giocatori) con il punteggio totale più alto viene dichiarato vincitore di 7Rosso!

 

20180502_095415.jpg
Esempio di punteggio: vince il primo giocatore, con 19 punti (secondo 12 e terzo 11).

Che cosa ne penso io?

7 Rosso è un filler niente male – comodo da portare – che può sembrare troppo banale, ma invece non è da sottovalutare: anche se le regole sono davvero semplici, un po’ meno immediato è l’approccio alle prime partite, in particolare con il concetto di “combinazione vincente” da fare ad ogni turno. Anche il gioco consiglia di fare prima delle partite singole.

Esempio di partita per quattro giocatori

Per questo motivo, anche il gioco consiglia di fare prima alcune partite singole per entrare nell’ottica, e successivamente di provare la versione avanzata, introducendo eventualmente anche la “regola delle azioni”, che permette al giocatore di compiere alcune azioni ( come pescare o giocare carte) se gioca una carta dispari. Tuttavia, nulla vi vieta di fare partite singole, un po’ come giocare ad Uno senza applicare la regola del punteggio.

Nella regola delle azioni, chi gioca una carta “3” nel proprio set, può anche pescare una carta

A prescindere dalla modalità in cui lo giocate, 7 Rosso spinge il giocatore a riflettere: dato che le carte si pescano con difficoltà, il giocatore deve saper ben gestire le carte che ha in mano e farsi un piccolo piano, altrimenti rischia di uscire nei primi turni.

Con queste carte in mano, bisogna solo scegliere come procedere…

Unico neo del titolo è che sia giocabile per un massimo di quattro giocatori; quindi vi dovrete accontentare di fare delle scampagnate molto “intime”, oppure potete portarlo come “riscaldamento” in una serata ludica in associazione.

Oppure, una bella partita per due “piccioncini”…

E con questo, credo di avervi detto tutto: approfittare di queste giornate per conoscere meglio la natura, ed anche qualche bel filler. Adesso vado a farmi anche io una bella passeggiata, quindi vi saluto e vi dico “buona giornata, Buon gioco e Semper Filleris!”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...